Cento sfumature di Dodo. Sabato tavolo tecnico. Richieste. Vice sindaco e candidatura a Primo Cittadino

1
marzo
2017
di Giancarlo Falconi

Quante sfumature può avere il mio amico Dodo Di Sabatino?
Un democristiano scudo crociato, di alleanza popolare, moroteo, doroteo, di una vecchia primavera, forza nuova e nuove cronache.
Correnti.
Basta chiudere una porta per aprire un portone.
La parola del sindaco Brucchi.
Qualsiasi promessa per mantenere ancora per due anni il posto in via Carducci e poi in Regione.
Sfumature grigie o nere come il colore di Mirella Marchese.
L'occasione è ghiotta.
La storia di Roma e di Montecitorio.
Palazzo Sturzo non è lontano.
Il vice sindaco, anzi sindaca, si legherà di passione civica e di protesta.
Il 2 Marzo.
Sarà di Giovedì per il cratere.
Rimarrà legata.
Chi va a Roma perde la poltrona.

Sabato il buon Giacomino Di Pietro e il sunto dei Dodiani hanno stilato le loro offerte da nuovi ospiti.
Le richieste per il tavolo tecnico sono chiare e nette.
1) Vice Sindaco di Teramo
2) Assessorato alla Ricostruzione
3) Annuncio da parte di tutti gli alleati della futura candidatura a sindaco di Teramo
4) Un bicchiere di acqua minerale gassata.
5) Un caffè ristretto
6) Acqua e limone

Che cosa risponderanno i santi, santissimi, illuminati del modello Teramo?
Chiodi e Mauro Di Dalmazio hanno pensato ad un altro nome ( Guido Campana a parte) e poi comunque non sopportano l'acqua minerale gassata.
Paolo Tancredi chiederà ad Alfano, che parlerà con la Chiavaroli che attende Giorgio D'Ignazio che sospira per  un segnale da Luciano D'Alfonso e poi il caffè ristretto è troppo veloce per una riflessione.

Paolo Gatti?
Non sopporta il limone. Troppo astringente. Ha bisogno di espandersi.
Ha un suo nome che non è lui. Non è disponibile.

Rimane il sindaco Brucchi.
Nessun problema a patto che il lucchetto dell'ottima Marchese sia stretto bene.
Hai visto mai che a tre metri dal cielo, Dodo dovesse scoprire un'altra sfumatura?
C'è chi per un ultimo taglio ha perso la testa.
Sfumature troppo alte.
Re Dodo compreso.


 

tags: Il Caffè

condividi

23:11
— del —
4
marzo
2017
Anonimo
Ancora? Ancora questo opportunista disposto ad allearsi con chiunque pur di avere una poltrona? Sarebbero questa la giunta di qualità, la spending review, l'azione per i cittadini e per Teramo soprattutto? Spero davvero che diventi Sindaco. Io ormai ho deciso di andarmene e Voi teramani non resterà che tagliarvi le mani con cui avete votato e usare dosi abbondanti di vaselina. Ma inizio a pensare che siate masochisti e vogliate proprio prenderla in quel posto sempre e comunque.
18:06
— del —
2
marzo
2017
Anonimo
Certo che il " gruppo dodiano" non lesina nelle richieste
Vice Sindaco, ricostruzione, candidato sicuro a sindaco nella prossima tornatavico, poi cos'altro?
Ma chi cazz...su crede di essere. Ma ritiene che avere tutto ciò a seguito di ricatto possa essere una azione positiva?
Ma si, promettiam0ogli il posto a primo cittadino, diamogli questa garanzia e poi quando sarà ora di tornata elettorale si prenderà anche qualcos'altro..
Una bella banana dove dico io..

.
21:09
— del —
1
marzo
2017
Anonimo
Ngule che micizzie ti.
Palese ma questo nome proprio lo conosci o si tratta di omonimia?
Vade retro...ire irrumabo Roma
20:08
— del —
1
marzo
2017
Anonimo
Vogliamo Giorgio D'Ignazio Sindaco!!!!!
16:04
— del —
1
marzo
2017
Tex
e vai col Dodo Star...come lo mescoli sarà sempre un gran brodo, ci mettiamo pure una frittatina così sarà più buono, anzi Teramo è già fritta da tempo...ora ci vendono solo aria fritta....
7:07
— del —
1
marzo
2017
Lucia
Buongiorno Gianc. anche oggi tutti ti copiano e nessuno ti cita. Sei il solito fesso. Ci si vede domani a Roma.
Dodo? Sarà solo usato per fare da stampella o avrà qualche incaricuccio. Peccato perché a me non dispiace.
19:07
— del —
28
febbraio
2017
Se Gatti dice si a Dodo...
Per quel poco che ho capito di Gatti non dirà mai si a Dodo.
Non per antipatia o simpatia. Non per questione di cultura, Dodo è persona seria, semplicemente per voti.
Dodo non da le giuste garanzie.
Tutto qui.

Ps: Articolo di classe. Ironia di alti livelli.
19:07
— del —
28
febbraio
2017
Fatemi Capire
Dodo entra in Giunta. Bene. Persona intelligente e preparata. Nulla di male.
Quindi Giunta di nove o di otto. Giusto?
Bene.
Ma Dodo non aveva detto che avrebbe preteso una Giunta a sei e di qualità?
Fatemi capire, vi prego.
19:07
— del —
28
febbraio
2017
Il Professore
In assoluto sei un fuoriclasse. Mi ripeto gran talento ma troppo stronzo. Ci vediamo a Roma.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.