Salta al contenuto principale

VISITATE CASTELLI!!!

3 minuti

Il terremoto che ha tanto duramente colpito il borgo di Castelli seminando panico e distruzione, ha inferto ferite gravissime al suo tessuto artistico ed architettonico.
Gli Amici del Gran Sasso d’Italia, per sua missione votata alla conoscenza, alla valorizzazione ed alla tutela del patrimonio ambientale, culturale e artistico del Gran Sasso d’Italia, si è mobilitata per dare un contributo di valore alla rinascita di Castelli, patrimonio culturale di interesse nazionale.
Per le festività natalizie è stata lanciata una campagna promozionale, d’intesa con il Comune, la Proloco castellana ed oltre 30 artigiani ceramisti, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica  sulla necessità  e l’urgenza di ricostruire uno dei borghi più belli d’Italia e restituire ai castellani e agli italiani la  memoria di un grande passato e un patrimonio di arte e di storia tra i più prestigiosi.

Il 10 dicembre scorso nella gremita  Sala polifunzionale della Provincia, nell’ambito delle celebrazioni della “Giornata mondiale della Montagna” indetta dall’ONU, sono state presentate al pubblico, con la partecipazione del Sindaco, le iniziative promosse in  favore della rinascita di Castelli. Molti cittadini abruzzesi hanno raccolto l’invito recandosi a Castelli ed acquistare, nell’ambito di una deliziosa mostra mercato, le tradizionali palle di Natale in ceramica, forgiate e decorate dai famosi ceramisti castellani.
Chiedo a voi tutti di fare di più.
 Non lasciate sola Castelli.
Questo mio nuovo appello è rivolto a quanti hanno a cuore la memoria storica e culturale, l’anelito alla bellezza così come si è espresso nei secoli nelle opere d’arte e dell’ingegno dei maestri castellani oggi esposte nei più celebri musei del mondo.

Il mio appello tende non solo a favorire una partecipazione morale e ad accrescere la consapevolezza della gente su questa immane tragedia, ma soprattutto  a sollecitare una vostra  partecipazione attiva  con invito a recarvi a Castelli per manifestare la vostra vicinanza agli abitanti e agli artigiani che con coraggio presidiano il borgo devastato dal sisma. Visitate Castelli. Ne vale la pena. Oltre alle belle e caratteristiche botteghe artigiane potrete visitare il famoso Presepe monumentale, realizzato negli ani ’60 e  situato all’interno dell’Istituto Statale d’Arte A.F. Grue e il soffitto della Chiesa di San Donato, un unicum in Italia, ovvero la “Cappella Sistina della maiolica”, della quale quest’anno ricorre il quattrocentesimo anniversario della sua realizzazione. La celebrità nel mondo di Castelli rischia di cadere nell’oblio. Castelli è sola e ha bisogno del nostro aiuto.   VISITATE CASTELLI!

Commenta

Commenti

|
Carissimo Walter, ma tu ci sei mai andato a Castelli di Sabato o Domenica, in un pomeriggio d'inverno dopo le 17, 20? Oppure negli altri giorni? Trovi accoglienza? Ospitalità? Botteghe aperte? Disponibilità? Chi è causa del proprio male, chi deve piangere? Chi si è isolato? Chi ha chiuso sotto chiave i propri capolavori? ( negli scantinati..) Hai provato a far vedere " la Cappella Sistina della Maiolica" ad un turista, amico di passaggio? Senza chiavi, tramite una grata, al buio? Un caro saluto