Meglio un cane che Langone

2
settembre
2016
di Giancarlo Falconi

Avete letto l'ultimo pezzo di articolo, dell'elzevirista de Il Foglio.it, diretto da Cerasa ( storico  Giuliano Ferrara)?
Si firma Camillo ( nome di tanti cani) Langone.
Una critica feroce contro i cani.
Il  mio pensiero è per quel meraviglioso Cocker che piangeva sulla tomba del suo migliore amico.
Erano i funerali delle vittime del terremoto dell'Italia Centrale.
Solo amore.

Leggete Mondo cane. I cani salvati, i cani salvatori, i cani disperati sulle bare dei padroni… I terremoti non si possono prevedere ma io posso prevedere che dopo il prossimo terremoto il conteggio delle vittime comprenderà, oltre ai cristiani, i cani. Dove la terra non trema è la demografia che crolla e al posto dei bambini si comprano cani, a cui vengono assegnati nomi umani, e gli amici dei padroni vanno a complimentarsi, portano doni di benvenuto. Manca solo il fiocco azzurro o rosa fuori dalla porta. Cgil, Cisl e Uil sostengono una campagna per l’adozione di cani e gatti adulti, più meritevoli di aiuto, secondo i sindacati, dei pensionati che devono campare con cinquecento euri al mese. Il ministero della salute comunica soddisfatto che per merito del decreto legislativo n° 26/2014 è diminuito l’uso degli animali nelle sperimentazioni mediche. Adesso che non si utilizzano più i beagle, sarà dunque aumentato, per sperimentare farmaci e tecniche chirurgiche, l’utilizzo degli uomini? Grazie a uno studio recentissimo sappiamo che i cani capiscono non solo l’intonazione ma anche le parole. Pertanto non è necessario alzare la voce, posso dirglielo pacatamente: Cani, un tempo a qualcosa servivate, caccia, raccolta dei tartufi, guida dei ciechi, ma adesso siete più nocivi delle nutrie".

La letteratura risponderà per noi...

Uno crede di portare fuori il cane a fare pipì mezzogiorno e sera. Grave errore: sono i cani che ci invitano due volte al giorno alla meditazione.
(Daniel Pennac) In Paradiso si entra per favoritismo. Se si entrasse per merito, tu resteresti fuori ed il tuo cane entrerebbe al posto tuo.
(Mark Twain) A volte è difficile capire chi comanda in famiglia: se il marito, la moglie, la suocera o la donna di servizio. Ma il cane, lui, non si sbaglia mai.
(Marcel Pagnol) La riconoscenza è una malattia del cane non trasmissibile all’uomo.
(Antoine Bernheim) Puoi dire qualsiasi stupidaggine a un cane, e lui ti restituirà uno sguardo che dice: “Mio Dio, hai ragione! Io non ci sarei mai arrivato”.
(Dave Barry) Il solo posto al mondo in cui si può incontrare un uomo degno di questo nome è lo sguardo di un cane.
(Romain Gary) Lasciate entrare il cane coperto di fango, si può lavare il cane e si può lavare il fango.. Ma quelli che non amano nè il cane nè il fango.. quelli no, non si possono lavare.
(Jacques Prevert) Se hai un cane, hai un amico e più diventerai povero, migliore sarà quell’amico.
(Will Rogers) Chi non ha avuto un cane non sa cosa significhi essere amato.
(Arthur Schopenhauer) Il mio piccolo cane – un battito di cuore ai miei piedi.
(Edith Wharton) Signore, lasciami essere metà dell’uomo che il mio cane pensa io sia.
(Anonimo) Per il cane, l’uomo rappresenta ciò che Dio dovrebbe essere.
(Holbrook Jakson) Un cane non se ne fa niente di macchine costose, case grandi o vestiti fermati… Un bastone marcio per lui è sufficiente. A un cane non importa se sei ricco o povero, brillante o imbranato, intelligente o stupido… Se gli dai il tuo cuore, lui ti darà il suo. Di quante persone si può dire lo stesso? Quante persone possono farti sentire unico, puro, speciale? Quante persone possono farti sentire… Straordinario?
(dal film Io & Marley) Io ero la tua religione, ero la tua gloria… Se tu potessi sapere, o mio caro cane, quanto il tuo dio è triste per la tua morte… Gli dei piangono quando muore il cane che gli leccò la mano.
(Miguel de Unamuno) Il più grande amore è quello di una madre; poi di un cane; poi del un cuore di donna.
(Proverbio polacco) E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada.
(Pablo Neruda) Vorrei conoscere la musica di cui la coda del mio cane batte la misura.
(Yvan Audouard) Non c’è miglior psichiatra al mondo come un cucciolo di cane che lecca il tuo volto.
(Anonimo) Un cane sa ascoltare, e sa persino leggere. Non i libri, quelli sono capaci tutti tranne lui. Il cane sa leggere il cuore dell’uomo.
(Fabrizio Caramagna) La grande gioia di avere un cane è quella di poter fare l’idiota davanti a lui: non soltanto non ti rimprovererà, ma anche lui farà lo stesso.
(Samuel Butler) I cani hanno bisogno di annusare il terreno: è il loro modo di tenersi aggiornati sui fatti d’attualità. Il terreno è un gigantesco giornale per cani, contenente tutti i tipi di notizie canine dell’ultima ora, che, se sono particolarmente urgenti, proseguono nel terreno successivo.
(Dave Barry) A vedere certi monumenti su cui i cani fanno i loro bisogni, c’è da credere che i cani siano dei veri esteti
(Jules Renard) I nostri amici i cani non sono ammessi nel negozio, mentre l’uomo che è un lupo per l’uomo è caldamente invitato ad entrare.
(Eric Chevillard) Qui sono sepolti i resti di uno che possedeva Bellezza senza Vanità, Forza senza Insolenza, Coraggio senza Ferocia, e tutte le Virtù dell’uomo senza i suoi Vizi..
(Lord Byron, per il suo amato terranova Boatswain) I cani non mentono su ciò che provano, perché non possono mentire sulle emozioni. Nessuno ha mai visto un cane triste che fingesse di essere felice.
(Jeffrey Masson) L’anima di un cane fedele va in Paradiso a raggiungere l’essere che ama.
(José Moinaut) I cani sono migliori degli esseri umani perché sanno ma non dicono.
(Emily Dickinson) Il cane lo sa, ma non sa che lo sa.
(Pierre Teilhard de Chardin) Il miglior test per la scelta di un cucciolo è quello di guardarsi onestamente allo specchio.
(Anonimo) Il cane è l’unico animale che ha visto il suo dio.
(Anonimo) La vita dei cani è troppo breve. Questa è la loro unica, vera colpa.
(Agnes Sligh Turnbull) I cani non hanno che un difetto: credono agli uomini.
(Elian J. Finbert) Il mio cane come cane è un disastro,
ma come persona è insostituibile.
(Johannes Rau) Quando le persone conversano con i cani
sono generalmente i cani
che apportano al dialogo un po’ di calore umano
(Louis Savary) I cani amano gli amici e mordono i nemici, a differenza degli uomini, che sono incapaci di amore puro e devono sempre mescolare amore e odio nelle loro relazioni con l’oggetto.
(Sigmund Freud) Il sentimento per i cani è lo stesso che nutriamo per i bambini.
(Sigmund Freud) I cani sono più saggi degli uomini. Non prestano molta attenzione alle cose. Non sprecano i loro giorni accumulando proprietà. Non guastano i loro sonni preoccupandosi di come conservare gli oggetti che hanno e di come ottenere gli oggetti che non hanno.
(Eugene O’ Neill) Se pensate che i cani non sappiano contare, provate a mettere tre biscotti in tasca e poi datene a Fido solo due.
(Phil Pastoret) Un cane è il migliore amico dell’uomo, ma non viceversa
(Anonimo) Meticolosamente addestrato l’uomo può diventare il miglior amico del cane.
(Corey Ford) I cani sono il nostro tramite con il paradiso… sedersi con un cane su di una collina in uno splendido pomeriggio è come tornare all’Eden, dove non fare nulla non era noioso – era la pace.
(Milan Kundera) La libertà individuale è la maggiore benedizione per un uomo, per un cane è l’ultima parola della disperazione.
(William Lyon Phelps) Siamo soli, assolutamente soli su questo pianeta fortuito; e fra tutte le forme di vita che ci circondano non una, tranne il cane, ha stretto alleanza con noi.
(Maurice Maeterlinck) Il naso di un cane è un prodigio di ingegneria, e ci rammenta che là fuori esiste un mondo che non ci sarà mai dato di conoscere, almeno non come esseri umani.
(Roger Caras) E quando affondiamo il viso tra le mani, augurandoci di non essere mai nati, i cani non si drizzano in tutta la loro altezza, osservando che ce la siamo voluta, e neppure si augurano che ci serva di lezione, ma si avvicinano a passi felpati, appoggiando la testa sulle nostre ginocchia… e lui alza la testa con i suoi grandi occhi sinceri, per dirti con lo sguardo: “Ebbene, ci sono sempre io lo sai. Andremo per il mondo insieme ci sosterremo sempre a vicenda, non è vero?”
(Jerome Klapka Jerome) Nessuno come un cane sa apprezzare la straordinarietà della tua conversazione.
(Christopher Morley) Quanto più conosco gli uomini, tanto più amo i cani.
(Madame de Sévigné) Se non hai un cane – almeno uno – non c’è necessariamente qualcosa di sbagliato in te, ma ci può essere qualcosa di sbagliato nella tua vita.
(Vincent Van Gogh) I cani hanno una sorta di invadente disponibilità dell’anima che allevia le persone che cominciano a rinsecchirsi.
(Elias Canetti) Guardate gli occhi di un cane che dorme e vergognatevi della vostra profonda filosofia.
(Elias Canetti) Il cane è superiore all’uomo e lo dimostra il fatto che impara da noi molte più cose di quante noi ne impariamo da lui.
(Anonimo) La religione di un uomo non vale molto se non ne traggono beneficio anche il suo cane e il suo gatto.
(Abraham Lincoln) Siete mai entrati in una stanza e avete dimenticato perché ci siete entrati? Io penso che questo sia il modo in cui i cani trascorrono le loro vite.
(Sue Murphy) Il cane è l’unico mammifero in grado di vivere realmente con noi, e non semplicemente accanto a noi.
(Irenaus Eibl-Eibesfeldt) Se raccogliete un cane magro e affamato e lo rifocillate, non vi morderà. Questa è tutto la differenza tra un cane e un uomo.
(Mark Twain) Se un cane, dopo averti guardato in faccia, non ti corre incontro, dovresti andare a casa e farti un esame di coscienza.
(Woodrow Wilson) Non c’è fedeltà che non tradisca almeno una volta, tranne quella di un cane.
(Konrad Lorenz) Il cane è un gentiluomo. Spero di andare nel suo paradiso, non in quello degli uomini.
(Mark Twain) Il cane ama appassionatamente gli odori fetidi. Se il cane è fedele all’uomo, è perché l’uomo puzza.
(Francois Cavanna) Il cane è un eterno Peter Pan, non invecchia mai, perciò è sempre disponibile ad amare ed essere amato.
(Aaron Katcher) Il cane è la virtù che, non potendo farsi uomo, si è fatta bestia.
(Victor Hugo) I cani, che non sanno niente, comprendono ciò che noi diciamo, e noi che sappiamo tutto, non siamo ancora riusciti a comprendere ciò che dicono.
(Octave Mirbeu) Un cane può trovare, perfino nel più inutile di noi, qualcosa in cui credere.
(E.V.Lucas) Come numerosi altri esseri umani molto amati, anche loro ritenevano di possedere i propri cani, senza rendersi conto che erano i cani a possedere loro.
(Dodie Smith) Nessun uomo può sopportare il biasimo di un cane.
(Christopher Morley) Errare è umano, perdonare è canino.
(Anonimo) Un cane può essere un tale conforto quando tu ti senti giù ed egli non cerca di scoprire perché.
(Anonimo) Un cane è tutto nel suo sguardo.
(Paul Valery) È bello girare la collina insieme al cane: mentre si cammina, lui fiuta e riconosce per noi le radici, le tane, le forre, le vite nascoste, e moltiplica in noi il piacere delle scoperte.
(Cesare Pavese) L’amore tra il cane e l’uomo è idilliaco. Non conosce conflitti, né scene raccapriccianti; non conosce sviluppi.
(Milan Kundera) Le donne sono belle, ma il cane è molto più fedele.
(Sacha Guitry) Il cane è la conquista più notevole e completa che l’uomo abbia mai fatto nella storia.
(Charles Cuvier) Il cane ha un solo scopo nella vita: donare il suo cuore.
(Joe Randolph Ackerley) Dopo aver avuto il cuore affranto per ore, approfittai del primo momento di solitudine per piangere molto amaramente. All’improvviso una testolina pelosa emerse da dietro il cuscino, premendosi contro la mia faccia, sfregando orecchie e musetto contro di me con sensibile agitazione e asciugando le lacrime a mano a mano che scendevano.
(Elizabeth Barrett Browning) I cani non mi hanno mai morso. Solo gli esseri umani.
(Marilyn Monroe) Chi ha detto che il denaro non può comprare la felicità ha dimenticato dei piccoli cuccioli.
(Gene Hill) Un cane è l’unica cosa sulla terra che ti ama più di quanto ami te stesso.
(Josh Billings) Ho sempre ammirato la disinvoltura dei cani che entrano in un salotto, in pieno ricevimento.
(Achille Campanile) Gratta un cane sulla pancia e troverai un lavoro fisso.
(Franklin P. Jones) Visitare un canile, è un esperienza estenuante, tutte quelle creature disperate che abbaiano a gran voce per catturare la tua attenzione per chi è tenero di cuore non è difficile venirsene via con una muta intera.
(Jilly Cooper) Per il suo cane, ogni uomo è Napoleone; questo spiega la popolarità costante dei cani.
(Aldous Huxley) Fissa il tuo cane negli occhi e prova ancora ad affermare che gli animali non hanno un’anima.
(Victor Hugo) Sentivo i suoi passi, dietro di me, come quelli di un bambino; mi raggiunse mi toccò lievemente col muso per avvertirmi ch’era lì, e come per chiedere il permesso di accompagnarmi. Mi volsi e gli accarezzai la testa di velluto; e subito ho sentito che finalmente anch’io avevo nel mondo un amico.
(Grazia Deledda) Ed Argo, il fido can, poscia che visto ebbe, dopo dieci anni e dieci, Ulisse, gli occhi nel sonno della morte chiuse.
(Omero) Un cane può esprimere di più con la sua coda in un minuto che il suo padrone con la sua lingua in ore
(Anonimo) Il cane è il sesto senso dell’uomo.
(Christian Friedrich Hebbel) Sto imparando a raccogliere gli escrementi del cane con la paletta. Chiamatemi pure apprendista stercone
(tragi_com78, Twitter) Puoi essere così poco capace di amare e così poco degno di essere amato da nessun membro della tua specie, eppure puoi amare ed essere amato da un cane, da qualsiasi cane, bastardo o meticcio che sia, e questo indipendentemente dal fatto che tu sia un esule, un fuggiasco o un mascalzone, un ladro, un falsario, un bugiardo, un assassino, o qualsivoglia genere di furfante, farabutto, delinquente o nemico della società
(J. Douglas) Le cose che sconvolgono un terrier possono passare praticamente inosservate a un alano.
(Andy Rooney) Il pitbull è un cane con il quale non si ha il tempo di lanciare la palle che bisogna già dirgli “porta il braccio indietro a papà!”
(Laurent Ruquier) Non ci sono cani da combattimento; ma solo proprietari.
(Stefan Wittlin) La leggenda dice che Dio creò le diverse razze di cani dall’argilla. Dovendo creare l’ultima, decise di creare il cane più bello e di chiamarlo Boxer. Ma questo cane era così vanitoso che corse a specchiarsi prima che l’argilla fosse completamente asciutta e schiacciò il naso contro lo specchio. Questo spiega il musetto piatto dei Boxer.
(Anonimo) Anche il più piccolo barboncino o Chihuahua ha il cuore di un lupo.
(Dorothy Hinshaw) Dietro ogni terranova, alano o san bernardo c’è solo un cucciolo che desidera accoccolarsi nel tuo grembo.
(Helen Thomson) “Ma che bel cane, di che razza è?”
“Amore puro”.
(Anonimo) Se guardi un cane e non provi subito affetto, devi essere un gatto.
(Anonimo) Quello che ho sempre amato dei cani è l’immediatezza e l’intensità con la quale esprimono le loro emozioni.
Ogni volta che dicevo alla mia cocker spagnel Tifano, il primo cane della mia vita, che saremmo usciti a fare una passeggiata, lei esplodeva in una danza di festeggiamenti che includeva una corsa frenetica tutt’attorno alla stanza, sempre in senso orario e a velocità sempre più alta, come se la sua gioia fosse incontenibile.
(Jeffrey Masson) Levo il mio calice in onore di quei cani che non hanno pedigree né parenti illustri, di cui la razza è dubbia e le maniere grezze, io bevo alla salute di questi semplici plebei.
(Lord Alfred Tennyson) Non è importante quanto tempo passate fuori con il cane, ma come.
(Stefan Wittlin) Sii amico del mio cane, e sarai anche il mio amico.
(Proverbio nativi americani) Date all’uomo un cane e la sua anima sarà guarita.
(Ildegarda di Bingen) La scelta del padrone da parte di un buon cane è un fenomeno magnifico e misterioso. Con rapidità sorprendente, spesso in pochissimi giorni, si stabilisce un legame che è di gran lunga più saldo di tutti…
(Konrad Lorenz) Il cane è un santo. È schietto e onesto di natura. Sa per istinto quando non è desiderato; se ne sta accucciato quasi immobile per ore, quando il suo re sta lavorando sodo. Ma quando il suo re è triste e preoccupato, allora si alza furtivamente e appoggia il muso sul suo grembo. “Non angustiarti. Non preoccuparti se tutti ti abbandonano. Andiamo a fare una passeggiata e dimentichiamocene”.
(Axel Munthe) Non crediate che sia crudele tenere un cane in un appartamento cittadino: la sua felicità dipende soprattutto dal tempo che potete trascorrere con lui, dal numero di volte che vi può accompagnare nelle vostre uscite… Al cane non importa nulla aspettare per ore ed ore davanti alla porta del vostro studio, se poi ne avrà in premio dieci minuti di passeggiata al vostro fianco. Per il cane l’amicizia personale è tutto. Ricordate però che in questo modo vi assumete un impegno tutt’altro che lieve, perché dopo è impossibile rompere l’amicizia con un cane fedele, e darlo via equivale ad un omicidio.
(Konrad Lorenz) Ci sarà sempre da qualche parte un cane perduto che mi impedirà di essere felice.
(Jean Anouilh) I cani arrivano quando li chiami; i gatti ricevono il messaggio e lo rimandano indietro.
(Mary Bly) Se un cane ti salta in grembo, è perché ti vuole bene; ma se un gatto fa la stessa cosa, è perché il tuo grembo è più caldo.
(Alfred North Whitehead) Un gatto, dopo essere stato rimproverato, si fa gli affari suoi. Un cane scivola in un angolo e fa finta di fare un serio esame di coscienza.
(Robert Brault) Donne e gatti fanno quello che vogliono, gli uomini e i cani dovrebbero rilassarsi e abituarsi all’idea.
(Robert A. Heinlein) Al fine di mantenere le giuste prospettive sull’importanza personale ciascuno dovrebbe avere un cane che l’adora ed un gatto che l’ignora.
(Derek Bruce) Più imparo a conoscere l’uomo, più imparo a stimare il cane.
(Alphonse Toussenel) Se non ci sono cani in paradiso, allora quando muoio voglio andare dove sono loro.
(Will Rogers) La creatura più affettuosa del mondo è un cane tutto bagnato.
(Ambrose Bierce) Per il mondo, sei qualcuno.
Per qualcuno sei il mondo.
(Erich Fried) Arriva per ogni cane il momento in cui cessa di occuparsi degli esseri umani solo per averne in cambio biscotti e ossi, o per ricevere carezze. Quando un cane ama veramente, preferisce la persona che non gli da nulla e che forse è troppo malata anche solo per portarlo a fare una passeggiata…
(Frances P. Cobbe) Il cane mi domanda e non rispondo.
Salta, corre pei campi e mi domanda
senza parlare
e i suoi occhi son due domande umide,
due fiamme
liquide
interroganti
e non rispondo, non rispondo perché non so
e niente posso dire.
(Pablo Neruda) Fino a quando non hai amato un animale, una parte della tua anima rimane addormentata.
(Anatole France) Quando si abbandona un cane perché è “inutile” i vostri figli imparano la lezione.
Forse faranno lo stesso con voi quando sarete un anziano. Pensateci.
(Anonimo) Dio Stava assegnando i nomi a tutti gli animali mentre loro lo seguivano: Giraffa, Elefante, Scimmia e cosi via. Poiché gli animali erano moltissimi, l’operazione durò giorni, finché non ne rimase solamente uno. Aveva le lacrime che gli scendevano giù per il muso, e Dio gli chiese perché piangesse. “Perché non ho un nome”, fu la risposta.
“Vedi – disse Dio – il tuo l’ho tenuto per ultimo perché tu sarai il migliore amico dell’uomo, e quindi devi avere un nome molto speciale. Il tuo nome sarà uguale al mio, ma sarà scritto al contrario”.
(In inglese infatti il nome di Dio è God e quello del cane è dog).
(Graeme Sims)


Tutto il resto è Langone...

fonte aforisticamente.com/2014/07/04/frasi-citazioni-e-aforismi-sui-cani/

condividi

12:12
— del —
2
settembre
2016
Lettore
@Ulderico ha ragione, i direttori del suo Foglio Giuliano Ferrara li sceglie soltanto..
11:11
— del —
2
settembre
2016
Mara Bisbiglia
Vi posto semplicemente quello che ho scritto al Signor Langone

Dopo aver letto tre e sottolineo TRE volte il suo articolo, prima ancora di dare un bacio al mio cane ho capito che Lei un cane, gatto, uccellino, coniglietto o qualsiasi cosa somigli ad un animale non l'ha mai avuta.
Che sia una persona (e non posso definirla giornalista perchè i veri giornalisti danno un parere su tutto senza oltrepassare i limite della decenza) arida di sentimenti si capisce dai suoi svariati articoli provocatori che, se non fossero tali, probabilmente nessuno leggerebbe.
Per di più, da una persona di cultura, quale dovrebbe essere il suddetto giornalista, non Ha ben capito il clamore sui cani in questa vicenda.
Se sessanta persone oggi sono ancora in grado di abbracciare i propri cari è proprio grazie ai quei cani che lei tanto sta denigrando. Se qualche bambino dopo il terremoto sorride ancora, é perchè tra le tante morti gli è rimasto il solo affetto del cane, e se quel cocker spaniel (giusto per farle fare una piccola cultura sui cani) si è accovacciato accanto alla bara del padrone è per un sentimento che Lei non potrà mai conoscere.
Ma arriviamo ad un punto chiave della sua preghiera: i bambini si comprano? No perchè sinceramente credevo che i bambini si procreassero e non si comprassero (anche se citava la tanto amata cicogna era meglio! Ah no è un animale).
Ma non voglio rubarle altro tempo, sarà sicuramente impegnato a scrivere altre scemenze sul malcapitato di turno, le auguro solo un giorno di essere salvato da un cane e che magari pur Lei rifiutando il suo affetto le resti fedele.
Distinti Saluti da me Mara e dal mio Oliver.
9:09
— del —
2
settembre
2016
Alberto Granado
E' proprio qui che la volevo, caro anonimo.
Il fiuto dei cani è centinaia di volte più potente di quanto Lei possa solo immaginare.
L'istinto dei cani, è più potente di quanto Lei possa solo immaginare.
L'amore dei cani, è più potente di quanto Lei possa immaginare.
Ora, per cortesia, immagini, sogni, speri, e non parli di cose che non conosce.

Saluti
8:08
— del —
2
settembre
2016
più conosco gli uomini, più amo le bestie
Buongiorno Signor Ulderico, mi scusi ma vorrei farle notare che, come spesso accade, da buoni italiani ci soffermiamo + sulla forma che sul contenuto: non ci stiamo confrontando su chi sia il direttore del giornale il foglio e sulle sue capacità dirigenziali.
Ritengo che a "quasi" tutti quelli che hanno esposto il proprio pensiero, interessasse manifestare solo la non condivisione degli argomenti trattati nell'articolo.
1:01
— del —
2
settembre
2016
piccola storia
Circa 2 anni fa a Colleatterrato morì un uomo anziano che viveva con un'amica a quattro zampe.
La cagna non lasciò mai la bara del padrone, le rimase vicino fino all'interno della chiesa dove sarebbe stata scacciata fuori se il parroco non l'avesse impedito.
Poi seguì il funerale fino all'interno del cimitero e assistette alla sepoltura.
L'hanno vista lì anche le mattine successive, e poi tornava nella piazza del suo quartiere in cerca di sopravvivenza e di comprensione.
Qualcuno la maltrattava e la scalciava, ma fortunatamente c'è stato anche chi l'ha sentita, capita e amata. Da più di un anno lei cammina orgogliosa al suo fianco nelle passeggiate.

@Diego Leva, lei si indigna per un augurio di morte che non c'era, per una battuta colorita, per un "ci piscio sopra"? Mi perdoni, ma dimostra uno scarso senso dell'ironia.
L'indignazione sarebbe meglio riservarla nei confronti di chi la vita, umana, animale e vegetale, non la considera e la taglie veramente, per futili motivi, anche con le motoseghe.
23:11
— del —
1
settembre
2016
Ulderico
Il Foglio è diretto da Claudio Cerasa, si informi prima di sparare sentenze.
21:09
— del —
1
settembre
2016
E
Critiche Inutili le vostre.
Dopo tutta quella devastazione anche riuscire a salvare un cane è un atto di umanità come salvare un cristiano e prima si salvano i cristiani e poi i cani.
Sotto le macerie il cane non pensa a salvare la sua vita ma quella del suo padrone.
Riflettiamo sul fatto che l'articolo è un'ode al cane e che sicuramente come raccolta di citazioni culturali è anche interessante.
19:07
— del —
1
settembre
2016
Dansind
Caro anonimo, (o dovrei chiamarti il Konrad Lorenz de' noaltri), il comportamento del cane da te così acutamente analizzato, non ti ricorda il comportamento di molti ominidi che si recano alle esequie di qualcuno perché costretti??
Credo che comunque la tua teoria sia una ...come dire .. minchiata gigantesca....visto che è provato che i cani soffrono l'abbandono...
Bonanotte
19:07
— del —
1
settembre
2016
Giancarlo Falconi

 Diego non ha scritto di morire.

Sotto le macerie di un terremoto e il cane che fa pipì sulla testa.

Immagine forte che non condivido e che come da regolamento, viene cancellata alla prima persona che  ne fa richiesta.



Ps: Nessun turbamento per Iannone. Dovrebbe solo guidare con la cintura. Ci sono molti ragazzi morti in strada per la mancanza dell'utilizzo delle cinture. 



 





 

17:05
— del —
1
settembre
2016
più conosco gli uomini, più amo le bestie
dopo aver letto l'articolo pubblicato sul giornale il foglio (è forse firmato da tale .... Langone !!!???, chiedo scusa se nn lo conosco) ho sentito la necessità di scrivere due righe x manifestare il mio più totale disaccordo con quanto scritto da questo signore nei confronti di un animale, appunto il cane, che nn solo non chiede nulla ma che in tante situazioni offre aiuto e collaborazione, accettando, se viene, ogni ricompensa. Ciascuno, x fortuna, puo' decidere come trattare il proprio cane e ci saranno sicuramente situazioni in cui i cani (come altri animali) ricevono trattamenti migliori di quelli riservati agli esseri umani: ma se moltissimi pensionati e/o famiglie sono costretti a vivere con 500,00 €uro al mese, la causa la vogliamo attribuire ai cani, ai loro padroni e nn forse a chi ......... Ne e realmente responsabile??!!
Ho come l impressione che l autore del pezzo fosse a secco di notizie (eppure ...... Con tutto quello che sta accadendo negli ultimi giorni) e quindi mi permetto di riportare quello che, nel cartone animato Bambi, un animale disse ad un suo simile: "quando nn hai niente da dire, è meglio che stai zitto".
Lo suggerisco anche a Langone, evitando così di scrivere tante stupidaggini.
17:05
— del —
1
settembre
2016
Anonimo
Caro Alberto
anche io ho un cane è due gatti ma dubito che un' animale come dici tu" ma appena ha sentito che lì, era il suo amico" possa sentire nessun odore visto che la bara è sigillata.
l'altro personaggio non ha bisogno di repliche visto che la natura evidentemente è già stata troppo crudele.
saluti
16:04
— del —
1
settembre
2016
Diego Leva
Giancarlo sei pronto ad indignarti per un finestrino rotto a martellate da uno che distrattamente ha lasciato le chiavi al suo interno e poi tolleri che la "signora" Angelina Di Berardino auguri ad un altro commentatore di morire sotto un nuovo terremoto? Per favore rimedia se lo ritieni opportuno, di lutti ce ne sono stati abbastanza. Grazie Diego.
16:04
— del —
1
settembre
2016
Tanja
Chi ha scritto questo articolo-il sig.Langone-invece è lui.più nocivo delle nutrie....perché gia aprendo bocca consuma ossigeno x parlare come il peggior qualunquista.
Crollo demografico? Ok allora è colpa dei cani? O forse del lavoro che non c'è o è precario,degli asili nido comunali che mancano,ai licenziamenti in caso di gravidanza ecc ?
15:03
— del —
1
settembre
2016
paperoga
Probabilmente Langone è solo invidioso. Lui lecca, serve e striscia ai piedi del suo padrone più di un cane, però non riceve lodi e carezze come i 4zampe.
15:03
— del —
1
settembre
2016
Alberto Granado
Caro anonimo, penso tu non abbia un cane, e se lo hai non ti sei mai soffermato a capire i suoi gesti ed i suoi movimenti.
Il cane, non piangeva, ma appena ha sentito che lì, era il suo amico, scodinzolava fortissimo, pensando di averlo trovato.
E se stava di fianco alla bara, era perchè lo stava aspettando.

Non esageriamo, per cortesia

Saluti
13:01
— del —
1
settembre
2016
Anonimo
scusa Giancarlo
ma che piangeva.
è stato portato lì dai parenti della vittima, aiutato a salire sulla bara con le zampe anteriori sempre perchè un parente batteva con la mano sulla cassa, è rimasto lì perchè c'erano altre persone del nucleo familiare che continuavano ad accarezzarlo.

non esageriamo, per cortesia
13:01
— del —
1
settembre
2016
E
Un uomo ha scritto una lettera all’hotel dove aveva programmato di stare qualche notte, chiedendo se poteva portare con se il suo cane: “Vorrei davvero portare il mio cane con me. Si comporta bene ed è toelettato. Sarebbe possibile tenerloin stanza?”
L’uomo ha ricevuto una risposta dall’hotel rimanendo davvero stupito:
“Gestisco questo hotel da molti anni. Durante tutto questo tempo non ho mai visto un cane rubare asciugamani, accappatoi, o quadri dalle pareti.
Non ho mai dovuto redarguire un cane nel mezzo della notte perchè troppo ubriaco.
E non ho mai visto cani non pagare il conto.
Quindi si, il suo cane è ben accetto nel mio hotel.

E se il suo cane può garantire per lei, anche lei è il benvenuto!”

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.