Fabrizio Fagnani: La vita di un Guerriero

13
marzo
2017
di Giancarlo Falconi

Ci hanno scritto in tanti sulla prematura scomparasa di Fabrizio Fagnani.
Lo chiamavano il guerriero.
Noi come tanti ci stringiamo intorno al dolore della famiglia e degli amici.


In silenzio di rispetto pubblichiamo un ricordo di Antonella Cardilli Ho conosciuto personalmente Fabrizio Fagnani in occasione di una giornata di studio di carattere storico-scientifica, organizzata, su mia proposta, dal Liceo dove lavoro. Cinquanta professori e il Dirigente scolastico hanno visitato Ripe, la Grotta, il borgo e la fortezza di Civitella. Ho contattato io Fabrizio affinchè ci facesse da guida e abbiamo usufruito della sua approfondita conoscenza dei luoghi e delle caratteristiche tradizioni culturali (in modo particolare Ripe e le Grotte preistoriche ). 

In ricordo perché in quella giornata Fabrizio ha parlato un’ora intera durante il percorso dalla Chiesa alle grotte, senza fermarsi mai, senza leggere nulla, rispondendo a decine di domande poste da una pluralità di professionalità presenti: geologi, storici, biologi, letterati. Raccontando la storia millenaria di Ripe e scendendo anche nei particolari bioclimatici delle Gole.
In memoria perché Fabrizio era un uomo semplice, ma con cultura e appassionato.
Ognuno di voi avrà un ricordo personale di Fabrizio. Il mio è questo.
Voglio farlo qui perché il nome di questo gruppo I love Ripe, Fabrizio ce lo aveva dentro. Era il suo modo di essere. La sua continua ed instancabile volontà di valorizzare Ripe la dimostrava sia diffondendo le immagini più rappresentative sia attraverso la sua attività di guida e promotore di conoscenza di Ripe e delle sue montagne. Fino all’ultimo giorno della sua vita.

condividi

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.