Alla fine è successo. Investito mentre era in fila alla Teramo Ambiente

13
marzo
2017
di Giancarlo Falconi

Alla fine è successo.
Scritto e riscritto.

Il codice della strada vieterebbe una fila in mezzo alla strada in prossimità di una curva.
Ovunque ma non a Teramo.
Nessun controllo, nessuna obiezione, fino a quando, una panda e una signora alla guida, hanno reso la tassa sui rifiuti ancora più costosa.
Il soccorso immediato e il ricovero in ospedale.
L'uomo investito non corre pericolo di vita ma avrà qualche problema per diversi giorni ad un arto.
Tutto poteva essere evitato.
Ma a Teramo...non succede mai niente. 

 

tags: Cronaca

condividi

16:04
— del —
14
marzo
2017
Anonimo
OK, ma la fila non si fa in mezzo alla strada...possibile che il cervello non ci arriva e ci vuole il controllo dappertutto.
20:08
— del —
13
marzo
2017
il futuro dietro l`angolo
Sembra cronaca dal Medioevo.Vivo in Brasile,terzo mondo, ma pago TUTTO online , smartphone legge codice a barre ,fatto, oppure a debito automatico. L`Italia di Marconi ,Fermi ancora sta cosi ? In fila per tre col resto di due per pagare il bollettume coi rischi della strada, il tempo brutto.... ma vedo in tv pubblicita` per la fibra ottica velocita`pazzesche, per cosa? vedere le partite? Ma questi celebrolesi che amministrano Teramo una mano a quelli nati prima del digitale non potrebbero darla ? Ma ancora coi pugliesi della Soget? Feudalesimo teramano , fine pena mai.
19:07
— del —
13
marzo
2017
Gabriele
La cosa buffa è, che si fa fare la fila fuori per problemi.............di sicurezza!!!!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.