Salta al contenuto principale

Mentre Teramo frana sotto la grande nevicata e le scosse di Terremoto, il Pd scrive il peggior comunicato di sempre...

4 minuti

Il Primo comunicato stampa dalla grande emergenza del Partito Democratico di Teramo.

Finalmente Godot.
Gli uomini democratici.

Finalmente avranno avuto modo di confrontarsi e di produrre una sintesi politica da poter usare a Roma come integrazione del decreto sul cratere, per esempio, per gli sgravi fiscali; per il progetto scuola; per gli aiuti alle aziende agricole; per le infrastrutture; per la richiesta del genio militare; per gli sfollati; per attirare nuovi imprenditori.
Un gesto di solidarietà?
Una raccolta fondi?
L'Istituzione di un laboratorio comune con psicologi e pediatri per i traumi infantili  da terremoto o da sfollamento?
No.

Invece?
Eravamo abituati al silenzio degi uomini di Renzi che ci eravamo dimenticati che il PD teramano era la peggiore espressione di consenso democratico di tutti i tempi.

Un comunicato stampa per criticare le deleghe provinciali, assegnate dall'avv. Renzo Di Sabatino.
Fuori tutto muore, lentamente frana, si scioglie, si frattura, si frantuma, si faglia e i consiglieri comunali, il segretario comunale pensano a difendere le deleghe del consigliere provinciale Verna?

Mentre il presidente della Provincia come tutti i Primi Cittadini, rimane  sul fronte dell'emergenza h 24 e senza sosta, il PD di Teramo fa un  fronte diverso e comune intorno al consigliere provinciale Maurizio Verna?
Scrivetevi fra di voi.
Confidatevi le future candidature a sindaco, alla Camera, al Senato.
Picchiatevi a porte chiuse ma non offendeteci. 
 
Leggete  la Supercazzola e aiutateci a capire se non vanno tutti immediatamente commissariati.
Una lettera contro il capo gruppo del pd regionale e comunale.
Contro ogni dichiarazione ufficiale...."

La segreteria comunale ed il gruppo consiliare del Pd di Teramo prendono fortemente le distanze dalle modalità e dai criteri con cui sono state attribuiti i ruoli e definite le deleghe ai consiglieri provinciali all'esito delle elezioni svoltesi lo scorso 8 gennaio 2017 e dalle polemiche che ne sono susseguite. 

E' inaccettabile come tali attribuzioni e le dichiarazioni connesse siano state dettate esclusivamente dalla necessità di risolvere o sanare questioni di ordine politico legate a particolari ambiti territoriali o per esigenze di qualche capobastone o capolista di ogni schieramento, senza tenere minimamente in considerazione gli interessi dei cittadini e dell'intero territorio della nostra Provincia oggi, peraltro, martoriata dagli ultimi disastrosi eventi.

Una serie di decisioni che non fanno altro che allontanare ulteriormente dai cittadini l'istituzione Provincia che, pur restando ente costituzionale esponenziale di una comunità verso la quale rivolge servizi importanti, è stata smantellata negli ultimi anni dal disastroso processo di riforma avviato dalle leggi del Governo Monti prima e proseguito poi con la legge Delrio.

Un processo di riforma al contrario voluto dall’alto che, con l’elezione di secondo livello, ha creato, per le Province, un sistema istituzionale politicamente autoreferenziale, indebolito dai continui tagli del Governo e che, anziché ridurre i costi pubblici, sta facendo pagare ai cittadini le conseguenze in termini di incapacità di far fronte all’erogazione di servizi efficienti. A tale situazione il Governo deve cominciare a prestare un’attenzione seria, proponendo soluzioni normative immediate e stabili che consentano di ridefinire il ruolo della Provincia nell’assetto istituzionale.

In tale contesto, la segreteria comunale ed il gruppo consiliare del Pd di Teramo, oltre ad auspicare l’abbandono dei criteri meramente politici che hanno guidato finora le scelte, la presentazione delle liste e le discussioni, lavoreranno insieme al consigliere Verna, a prescindere dalla ripartizione dalle deleghe, affinché trovino reale rappresentanza nell’ambito degli organi provinciali le esigenze derivanti dalla comunità teramana nell’interesse esclusivo dei cittadini, non solo del capoluogo, ma dell’intero territorio provinciale".


La nostra solidarietà al Presidente Renzo Di Sabatino, a tutti gli elettori perduti del partito democratico, alle illusioni di poter cambiare questa società.
Come diceva Oscar Wilde?
A volte è meglio tacere e sembrare un poltronista che parlare e togliere ogni dubbio.
Forse non era proprio così ma tanto a Teramo non succede mai nulla.
Per leggere qualcosa di centro sinistra, oramai, gli elettori, si auto spediscono lettere anonime. 
 


 

 

Commenta

Commenti

|
Dopo questo comunicato partiranno una serie di TUO ( TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIAO) che ovviamente decimera' metà Partito Democratico Teramano e Provinciale. Siete inadeguati. Angelotti & C.
|
Caro Giancarlo, giuro, mi monta una rabbia colossale. Mi taglio le palle se li rivoterò. Ma che cazzo hanno scritto? Sembra la Pravda. Un messaggio subliminale a Di Sabatino? Se non gli assegna la giusta poltrona che fanno si alleano con Gatti? Tanto finora cosa hanno fatto? Io al prossima volta voto l'originale Micio, almeno.
|
"Per leggere qualcosa di centro sinistra, oramai, gli elettori, si auto spediscono lettere anonime". Genio assoluto.
|
Ti prego candidati o facci un nome. Mai letto nulla di così volgare. Coeme si può sbagliare tempi, luoghi e modi in sole dieci righe?
|
Come dire: anche se non gli dai le deleghe noi ci comportiamo come le avesse. Per la serie nulla possiamo e nulla facciamo. Fanno venire voglia di rimpiangere i vecchi nomi della "politica" teramana.
|
Meglio un rutto. Vi giuro meglio un rutto che un simil comunicato.
|
Mi sono fermati a "esponenziale". Tornate in seconda media, capre!
|
Perché esiste un'opposizione che fa politica Teramo ?
|
Caro Giancarlo, sei ingeneroso. Il PD è entrato nel cratere dopo il 4 dicembre, anzi il PD teramano ben prima del sisma del 24 agosto, quindi vanno compresi. Ma il Del Rio della disastrosa riforma non sarà mica l'ex sindaco di Reggio Emilia nonché ministro del governo Renzi nonché collega di partito degli autori del comunicato stampa? Saluti
|
Ex nihilo, nihil.
|
Di Sabatino fa brutta figura già solo possedendo la tessera del PD. Speriamo che il popolo prenda finalmente coscienza di che razza di persone votiamo. Coniamo un nuovo slogan semplice ma efficace: NO PD. Leggetevi pure l'esercito di condannati e indagati di questo partito, viene menzionato anche il nostro D'Alfonso: https://m.facebook.com/notes/guglielmo-gully-golinelli/tutti-gli-uomini…
|
Resto veramente schifato ed ho le scatole piene di leggere o sentire nelle TV locali questa delirante vicenda della vice presidenza della provinciali Teramo, da parte del PD e di Verna, basta........abbiamo problemi molto ma molto seri e preoccupanti, e vi occupate voi giornali e TV di Verna e di Nugnes? Vergognatevi Carlo
|
Io invece ringrazio il PD tutto, locale e nazionale per il grande lavoro che fa. Voi gufi, criticoni e populisti non capite il quadro generale e il fine ultimo per cui lavorano questi uomini e queste donne. E se non li capite, dovete fidarvi perché nel PD c'è soltanto il bene assoluto dello stato italiano. Grazie PD. Li ringrazio perché ormai sono un "expat" e anche se Sanremo mi ha fatto venire la nostalgia di casa (Checco aveva ragione), mi basta pensare al PD che governa l'Italia per farmela passare.
|
Neve o non neve, terremoto o non terremoto. "Di Sabatino fa brutta figura già solo possedendo la tessera del PD" ? Perchè senza tessera? Si tassegni , seguiterà solo a far l'avvocato a tempo pieno. A prescindere dal fatto che un tal documento di natura politica dovrebbe essere approvato proprio dall'0rgano politico del partito ( leggasi unione comunale- ove esista) , io ne condivido il secondo capoverso. E' ora che le accozzaglie politiche vengano cestinate; non ne possiamo più. Sul PD locale: urge un commissariamanto con la speranza che chi lo ha distrutto se ne vada fuori dalle palle.
|
qualcuno ha scritto : " esiste un'opposizione che fa politica Teramo ? ", io voglio dire di più : perchè esiste una politica a Teramo ? TUTTI pensano solo ed esclusivamente ai cazzi loro, ovvero a spartirsi poltrone e poltroncine, incarichi e quant'altro fregandosene totalmente della città, che hanno distrutto ! TUTTI indistintamente, di DX e di SX, di centro, di sopra e di sotto, hanno ucciso Teramo !!!!
|
Maurizio, ma sei quel Maurizio? Mettici il cognome così ti fai riconoscere. Sei mai entrato nella sede del partito? Conosci i segretari privinciale e comunale? Esistono? Conosci il camaleontico toscanello ed il suo giglio magico? Ma i tuoi amici hanno votato la legge Fornero e l'abilizione dell'art. 18 o no? Poichè sono certo che non fai parte di quel 40% di giovani disoccupati, ti raccomando di dormire sul divano; ma non scordarti di coprirti con un plaid.(leggasi ma vaffanculo).
|
Caro Pettirosso, noto con piacere che sei sopravvissuto alla nevicata. Ricordati però che con la neve si salvano pure corvi e cornacchie. F.to dendrocopos ( per non essere bannato)
|
Mentre a Roma volano gli stracci e il Segretario prende calcioni nel sedere (che per ridargli la scarpa deve prendere la purga), a Teramo il PD parla un linguaggio sempre più incomprensibile per la GENTE esasperata e rischia di essere definitivamente stracciato come una cambiale! Mi domando cosa ci fa lì in mezzo uno come Renzo Di Sabatino, la MOSCA BIANCA.
|
Per Maurizio, Ma di quale PD lei parla?Di quello di Renzi?di Bersani? Chi le parla è uno che era iscritto cinquanta anni anni alla FGCI Federazione giovanile comunista italiana,chi le parla ,è' sempre un figlio di un vecchio partigiano e comunista che ha passato i guai fini alla fine degli 60 per essere stato tale. E lei ha il coraggio di pensare e ringraziare il P.D. .?Dopo gli enormi errori di questi politici di sinistra che stanno portando ad una scissione di questo partito ora mai allo sbando totale. Poveri quelli che hanno vissuto per questi ideali................... Carlo
|
Se parlassimo di un soggetto deputato alla vicepresidenza della provincia con uno spessore tale da spendere comunicati, mail, ecct. , forse ne vale a pena, ma parliamo del Verna d Miano che già delegato nella precedente compagine provinciale, nn e' riuscito nemmeno a sistemare la Provinciale 19/A che dalla specola porta per l'appunto a Miano e scende sulla vallata del Vomano. Di un soggetto iniquo, inconcludente e direi, scarsamente preparato, così come lo era quando ha rivestito la carica di assessore comunale. Ma che il Verna possa fare testo.................lasciamo perdere. Bravo al Presidente Di Sabatinoper le scelte fatte.