Teramo ultima in Italia nel bando per riqualificazione urbana come la nostra Politica...

10
gennaio
2017
di Giancarlo Falconi

Teramo e l'Abruzzo a Roma contano come un falso due di coppe quando comanda spade. L'ennesima briscola della politica.
Vi ricordate questo bando?

" Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.127 del 1° giugno 2016  il Decreto del Presidente del Consiglio che approva il Bando con il quale sono definiti le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta.
Ai  fini  del  decreto  si considerano periferie le aree urbane caratterizzate da situazioni  di marginalità economica e  sociale,  degrado  edilizio  e  carenza  di servizi. La procedura di selezione è  indetta  dalla  Presidenza del Consiglio dei ministri ed ha come  oggetto la selezione  di  progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle  periferie  delle città metropolitane, dei  comuni  capoluogo  di  provincia  e  della città di Aosta; presso  la  Presidenza  del  Consiglio  dei ministri è istituito un Nucleo per la valutazione dei  progetti.
Possono presentare i progetti, entro  90  giorni  dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale,  le  città metropolitane, i comuni capoluogo di provincia e la città di Aosta. Per  l'attuazione  del  Programma  è  istituito  un  apposito Fondo ed autorizzata la spesa di 500  milioni  di euro per l'anno 2016".

Teramo ha partecipato come capoluogo di provincia.
Forte delle rassicurazioni dell'onorevole del nuovo centro destra a sinistra Paolo Tancredi.
Forte della vicinanza con Alfano.
Forte della somiglianza con il sottosegretario Chiavaroli.
Amicizie che si sommano alla presenza dei Renziani della prima e seconda ora.
Indovinate come è andata a finire?
Nello stesso modo dei soldi promessi dall'onorevole Tancredi per chiudere la discarica La Torre.
Altro annuncio tra i tanti annunci.
Non mi dite che vi siete dimenticati della nostra personale bomba ecologica?
Dei soldi necessari da oltre dieci anni per la chiusura del sito?
I famosi tre milioni di euro.
Volete ridere?
Prego.
www.quotidianolacitta.it/la-discarica-la-torre-ingoiera-altri-33-milioni-di-euro/
Poi nel febbraio del 2016 erano oramai imminenti.
Altra risata amara.
ilcentro.gelocal.it/teramo/cronaca/2016/02/17/news/brucchi-su-la-torre-presto-dal-governo-i-soldi-per-la-bonifica-1.12976745

Dicevo, indovinate come è arrivata la Città di Teramo nel bando per la riqualificazione urbana?
Ultima, ovviamente.
Dietro tutte.
Dietro L'Aquila, Chieti, Pescara e dietro Andria tra le prima in Italia.
Ultima.
Come la nostra politica di destra al Governo con la sinistra.

tags: Abruzzo

condividi

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.